BONUS FACCIATE? IL PIU' UTILIZZATO

Il Bonus Facciate ha ottenuto la proroga con la Legge di Bilancio 2022 fino al 31/12/2022. Tale incentivo è l’unico a non essere stato rinnovato fino al 2024. Il bonus consente di detrarre la spesa effettuata al 60%. La detrazione si riferisce ad interventi di restauro o rinnovo della facciata esterna degli edifici esistenti. La quota va ripartita in 10 rate per un periodo complessivo pari a 10 anni. Chi vuole recuperarli immediatamente, può far ricorso alla cessione del credito bancaria o allo sconto in fattura direttamente con l'impresa che aderisce ed esegue i lavori. Le spese devono essere documentate e pagate tramite bonifici bancari o postali. L’agevolazione non prevede limiti di spesa, né limiti di importi massimi per la detrazione ottenibile. Nei casi di sconto in fattura, tutte le pratiche sono supervisionate dall'Agenzia delle Entrate mediante verifica idoneità, per questo motivo è obbligatorio istruire tramite tecnico abilitato sia l'asseverazione sia il visto di conformità. Il tecnico ha l'obbligo di verificare se i listini proposti mediante sconto in fattura dall'impresa esecutrice rispettano la congruità economica.

GLI STRUMENTI CHE IMPIEGHIAMO

Metrolaser per la stesura del computo metrico

Un metro laser consente di stimare rapidamente grosse superfici. Quando si parla di facciate, si parla di centinaia di metri quadrati da considerare. Un palazzo può essere isolato sui 4 lati come invece confinare con uno o più condomini. Può avere l'affaccio su strada, su circuiti box, su giardino piano o collinare. Anche i colori possono essere multipli per questo motivo è necessario una stima precisa.

Sopralluogo con l'aiuto del drone a telecamera

Strumento oramai essenziale per stabilire, valutare o soprattutto calcolare eventuali danni strutturali, danni da infiltrazioni o problematiche di tenuta intonaco esistente. Il drone offre l'opportunità di esaminare con estrema attenzione lo stato della facciata. Ha inoltre la funzione di evitare di andare a disturbare eventuali condomini come spesso accade non hanno la possibilità di essere presenti in fase di sopralluogo.

L'APPROCCIO CHE UTILIZZIAMO

Verifica del tipo di materiale da impiegare

Durante il sopralluogo, in accordo col committente, vengono chiarite tutte le finiture necessarie al ripristino della facciata. Non è da escludere che sulle nostre offerte, formuliamo anche delle controproposte volte a contenere i costi dell'intervento. Un tipico esempio sono gli interventi su strutture rivestite con klinker. Nello specifico si opta spesso e volentieri per la riparazione dell'area danneggiata piuttosto che alla sostituzione dell'intero lato. Il klinker, rispetto al classico cemento, è un materiale che non ha necessità di specifici trattamenti di pulizia, in quanto sono le stesse piogge acide a farlo. Questo approccio soft decade sempre per tutti gli interventi con vernice ed intonaco.

Valutazione dei poggioli e di tutte le parti coinvolte

Verande realizzate successivamente, poggioli inaccessibili o eventuali terrazze con accesso non in sicurezza sono alcune delle classiche criticità da valutare con attenzione. Anche l'eventuale taglio di piante adiacenti al condominio o presenti nelle terrazze/fioriere sono valutazioni che devono essere effettuate con estrema attenzione. 

Le fasi precedenti ad un preventivo

Consulenza

La prima fase consiste nella raccolta di tutte le esigenze e/o informazioni condominiali e/o private. Questo passaggio è utile e necessario per cominciare a comprendere il tipo di lavoro e a comprendere le singole esigenze prima dell'inizio lavori. 

Sopralluogo

E' il momento più importante del nostro lavoro. A seguito di una prima valutazione a distanza, viene organizzato un sopralluogo tecnico al fine di conoscere l'entità del lavoro e  valutare tutte le peculiarità della struttura immobiliare.

Preventivazione

La stesura di un computo metrico estimativo (CME) è il documento che permette di definire il costo di ogni singolo intervento. Il computo è necessario per stimare la consistenza degli interventi legati alla struttura del lavoro.

Presentazione offerta

Solitamente inviato all'amministratore di condominio, nulla vieta di metterlo a conoscenza per trasparenza agli eventuali consiglieri. La presentazione della nostra ditta avviene sia in assemblea condominiale, sia mediante riunione tecnica privata con i condomini.

Contrattualistica

La fase della contrattualistica è necessaria per non avere fraintendimenti in fase di esecuzione dei lavori. Un contratto vago o poco preciso è soggetto ad interpretazioni. La nostra contrattualistica è dettagliata al fine di evitare incomprensioni.

Inizio lavori

L'inizio dei lavori è volto a informare e a mettere a conoscenza ogni singolo condomino, su l'eventuale spostamento di oggetti o materiale nei poggioli. La nostra comunicazione avviene one to one al fine di evitare possibili incomprensioni durante i lavori.

Compila il modulo

Acconsento che questi dati vengano memorizzati ed elaborati al fine di stabilire un contatto. Sono consapevole che posso revocare il mio consenso in qualsiasi momento.*

* Campi obbligatori

 


 

Contatti: 327 22 64 657 - 02 83 55 31 51


Scrivici: info@arscofacciate.it 


Indirizzo: Viale Abruzzi 2 - Peschiera Borromeo (MI)

 

© Tutti i diritti riservati. ARSCO facciate - IT04667390233 - REA MI2570192 - info@arscofacciate.it - 327-22 64 657